BREATH TEST DELL’IDROGENO NEGLI ADULTI

Cosa è e perché farlo?

Un test per misurare le tracce di idrogeno nel respiro è una procedura ambulatoriale sicura, facile da eseguire, con una durata di 2 o 3 ore per valutare la cattiva digestione dei carboidrati o il loro malassorbimento, identificare la presenza di una eccessiva crescita batterica nel tenue e misurare il tempo di transito intestinale.

L’analisi del campione di aria espirata dopo l’assunzione di una dose di uno zucchero (lattosio, fruttosio, sorbitolo) rivela con precisione e sicurezza l’eventuale mancata digestione o il malassorbimento dello zucchero stesso.

L’analisi del campione di aria espirata, dopo l’assunzione di una dose di uno zucchero sintetico (lattulosio), può rivelare la proliferazione batterica nel piccolo intestino dal caratteristico aumento anticipato della concentrazione di idrogeno nell’espirato (ad esempio, un aumento prima del previsto a circa 90 minuti, quando il substrato raggiunge il colon).

Il breath test dell’idrogeno è spesso consigliato ai pazienti con sindrome del colon irritabile che hanno una sintomatologia di gonfiore addominale, crampi e diarrea che sono anche una delle caratteristiche della proliferazione batterica.

Gli anziani sono a maggior rischio di compromissione nutrizionale, provocata da un mancato trattamento da eccessiva crescita batterica nel tenue, più di quanto lo siano i pazienti più giovani.

Il trattamento spesso consiste nella somministrazione di uno o più cicli di antibiotici.

La maggior parte dei pazienti, con il trattamento, avvertono una riduzione della sintomatologia.

Come fare un Breath Test